HOME ESCURSIONI PREZZI CONTATTI
ESCURSIONI PREZZI CONTATTI
Baita Monte Cauriol
Il RIFUGIO BAITA MONTE CAURIOL
Si trova a Ziano di Fiemme (TN) in val di Sadole nella catena del Lagorai, a 1600 mt di quota.
Propone bar, ristorante con cucina tipica e 20 posti letto

Tel. 3482422737
E mail rifcauriol@gmail.com


Sabato 11/7 abbiamo finalmente riaperto, vi aspettiamo per pranzo e cena (solo su prenotazione), oppure per trascorrere una rilassante notte dopo una indimenticabile camminata in Lagorai.

Per info o prenotazioni inviare messaggio wapp al nr. 3482422737

Il Rifugio

Il rifugio Baita Monte Cauriol, si trova in Val di Sadole a 1600 metri di quota, nel comune di Ziano in val di Fiemme, all’interno dello stupendo ed ancora incontaminato gruppo del Lagorai, catena montuosa, così come esprime il nome, impreziosita da innumerevoli laghetti e corsi d’acqua. L’indiscusso fascino ed i paesaggi selvaggi ed incontaminati che la compongono rappresentano per tutti noi una risorsa inestimabile, da vivere, rispettare e preservare per il futuro.

Translagorai

La traversata della catena del Lagorai, nota come “TransLagorai”, rappresenta per molti un’avventura dal fascino unico, un percorso incontaminato, magico, a volte non facile, percorso spesso da escursionisti solitari o in piccoli gruppi. Il Rifugio Baita monte Cauriol, situato a metà del percorso TL, si presta particolarmente ad ospitare gli escursionisti in transito. [CONTINUA...]

E-bike

Presso il rifugio è stato installato un punto di ricarica e-bike, mettiamo inoltre a disposizione dei cicloturisti un kit di primo intervento per i piccoli guasti che si possono verificare alle vostre biciclette.

Monte Cauriol - LA STORIA

Nell’estate del 1916, il Monte Cauriol, il Cardinal, il Passo Socede e tutta la fascia circostante, furono teatro di sanguinosi combattimenti tra i kaiserjager austroungarici e i soldati italiani.
Scontri sanguinosi, combattuti per la conquista di pochi metri di roccia che sono costati la vita a migliaia di uomini di entrambi gli schieramenti.
Dal Rifugio salendo al Passo Sadole, monte Cauriol, al Cardinal, e alle altre cime del Lagorai, è ancora ben visibile la presenza di opere militari ormai in rovina, realizzate dai soldati italiani e austroungarici. Il monte Cauriol, per i tanti morti che ha visto cadere fra le sue rocce e per le sofferenze subite dai soldati che vi hanno combattuto, è definito da molti una delle “montagne sacre” della Grande Guerra. Considerato il contesto storico culturale del luogo, il rifugio si pone quale base di partenza ideale per gli appassionati di storia alla ricerca delle tracce ancora evidenti degli eventi bellici legati al primo conflitto mondiale.

Prossimamente all’interno del rifugio verranno riposizionati reperti, foto, libri e lettere che raccontano quel drammatico periodo.

Visualizza questo post su Instagram

La semplicità di una giornata di sole☀️ • • • #nature #mountain #dolomites #trentino #trentinodavivere #valdifiemme #wilderness #beauty #semplicità #valdisadole #rifugio #baita #montecauriol #riosadole

Un post condiviso da Rifugio Baita Monte Cauriol (@baitamontecauriol) in data: